Siamo un team di IT legends e veterani del settore turistico che lavorano insieme per promuovere soluzioni innovative nel mondo del turismo e dell’ospitalità.

Il progetto ProNatives mira a ridurre le difficoltà di comunicazione quando si viaggia all’estero, basandosi sulla positiva interazione tra locali e turisti che parlano la stessa lingua. Avvicinare due culture diverse attraverso l’abbattimento della barriera linguistica permette un confronto ed un apprezzamento piu’ cosciente. 

ProNatves e’ a favore del turismo sostenibile e socialmente responsabile.

how-it-works-31. Our Vision

Immaginiamo una società globale di esploratori e nativi, che collaborano insieme per ridurre le barriere linguistiche ed enfatizzare la bellezza delle diversità culturali.


 

2. How did it all begin?

Avete mai provato la frustrazione di essere in un paese straniero e chiedere informazioni per strada e anche se siete circondati da un sacco di persone nessuno sembra capire la tua lingua?

Questa frustrazione era un fastidio quotidiano durante il mio primo viaggio in Giappone.

Una sera, io e  mia sorella camminavamo per il quartiere Shibuya, uno dei distretti più popolati del mondo, con 220.000 residenti in 15 km quadrati.

Cercavamo un posto per trascorrere l’ultima notte della nostra vacanza, ma ci veniva rifiutato l’ingresso a tutti i pub, club o ristoranti sulla strada principale, “No turists” erano le uniche parole che sentitivamo dai buttafuori. Allibiti da quel comportamento cercavamo di fermare i passanti per avere spiegazioni, ma nessuno sembrava parlare inglese.

Il mio unico pensiero in quel momento e’ stato: “Ci sono 220.000 persone intorno a noi. Ci sarà qualcuno che sappia parlare inglese! Probabilmente ci sara’ qualcuno che sa parlare addirittura italiano, su 220.000 persone! Quanto sarebbe più facile se solo sapessi chi sono e dove sono”.
Vuoi sapere cosa e’ successo poi?

how-it-works-3

3. Our Mission

ProNatives è stato progettato per agire come corrispondente sul posto nelle organizzazioni di viaggi “fai da te”.
Vogliamo saltare le barriere linguistiche e gli ostacoli culturali, ed arrivare dove Google Translate non può.
Perché la nostra comunità è composta da persone che aiutano le persone.

Get in touch.